Oggi mi sveglio un po’ cosi’, blando.
Non ho molta voglia di vivere addosso e mi sento debole, ma capita, ogni tanto, prima del caffe’. Mi sento come un corpo fluttuante fuori dal proprio controllo.
Sono perso, ma sto bene cosi’.
Non mi voglio ritrovare.
Mi sento debole, inutile, un rametto che viene trasportato da un fiume, dopo tanti mesi ho cambiato vita, identita’.
Non sono piu’ quello che ero, non voglio essere nulla.
Solo una presenza.
Una foglia che vola.
Non avere la pretesa di esistere in modo marcato, e’ la sensazione piu’ bella che io abbia ai provato.