Mi sveglio, oggi sono pigro, svogliato,
Ho appena scritto questo articolo, ma il mio laptop ha scelto bene di darmi un messaggio di errore, lo devo rifare.
Ho già bevuto due caffè, mi andrebbe il terzo, ma probabilmente mi scoppierebbe il cuore, devo farmi una doccia.
Far scivolare via tutto, per poi uscire, tornare a dormire, fino a domani.
La vita è in fondo un loop, ripetiamo le stesse cose,
Cerchiamo di dare sfumature, di aggiungere particolari fra lo svegliarsi ed il dormire.
Sperando di non finire nei guai, o morire presto.
Io spero di vivere in tranquillità.
Chissà poi che cosa ci aspetta, dopo la morte.
Ci sveglieremo? Rinasceremo? Di certo non il nulla, perché altrimenti non esisterebbe la morte.
Tutto si trasforma, anche noi.
Nel frattempo vivo, cerco di stare nel giusto e di fare il meglio con quello che ho.

Ti piaciuto è questo post? Non dimenticare di seguirmi su Instagram e di dare un occhiata al sito, trovi molte sezioni nel menu di destra o cliccando sull’ingranaggio (da mobile).

Un giorno, perderemo tutto, tutto quello che amiamo, possediamo, se ne andrà.
Anche noi, diverremo cenere, nulla.
Un giorno ci addormenteremo per non svegliarci mai più
Potremmo vivere nella sofferenza (life is suffering), o lasciar andare.
Accettare ed arrendersi al fatto che non esiste soluzione.
Siamo di passaggio su questa terra,
Cosa possiamo fare? Possiamo soltanto vivere.
Quanti giorni ho passato aspettando il futuro,
Quante persone non ho amato, per paura del risultato.
Quante occasioni perse,
Treni mai presi,
Baci mai dati.
Per un giorno spegnermi, non avendo piu la possibilita di provare amore, vivere, accendermi.
Questo e il senso, un giorno, tutto se ne andrà.

Ti piacciono i miei testi? Condivdili sui social utilizzando i bottoni sottostanti!

Mi trovo qui, a pensare su una sedia scaldata dal mio corpo,
I problemi non finiranno mai nella vita,
Saranno sempre il nostro piccolo demone
Ma perché dovrei smettere di vivere in attesa di una soluzione?
Sono umano, questo mi rende irrisolto.
Avrò sempre problemi, sarò sempre a caccia di soluzioni,
Così noi umani giochiamo a scappare dal pensiero della morte.
Pensando, risolvendo l’irrisolvibile.
Ma stanotte non voglio risolvere nulla, voglio soltanto guardare le stelle.

Mi sento imbottigliato,
Non sono stanco, nemmeno annoiato.
Mi sento stretto, ho voglia di ingrandirmi,
Di correre sotto al sole, di vedere nuovi orizzonti.
La vita è troppo stimolante per trascorla in brutti ricordi,
Me ne voglio liberare.
Voglio amare a modo mio,
Voglio vivere, come dico io.
Mi piacerebbe tanto uscire da questa bottiglia di vetro.
Per tornare forte come un tempo.

Se vi è piaciuto questo testo sentitevi liberi di:
Visitare altri post nella categoria
Dare un’occhiata al mio libro, disponibile su Amazon.it

Lasciati andare,
Respira e trasformati,
Lascia che l’universo ti prenda per mano,
Sentiti morbido, lasciati guidare.
Non aver paura.
La libertà è soltanto la capacità di lasciar andare ciò che amiamo,
Solo cosi’ possiamo realmente vivere ogni secondo della nostra vita.
Non siamo eterni, niente lo è
L’attaccamento ci rende schiavi,
Il momento giusto per lasciar andare, è ogni momento della nostra esistenza.
Solo così sapremo diventare,
Ciò che siamo sempre stati, liberi.

Se ti è piaciuto questo articolo sentiti libero di:
Seguirmi su Instagram
Guardare altri articoli in questa categoria

Oggi stanco,
Mi sento come un alieno, inviato da un posto sconosciuto.
Senza un passato, dimenticato.
Con un futuro ancora da scrivere, un presente che gli sta stretto.
Nella sua stranezza diventa, unico.
Irripetibile.

Splende come una stella, fra milioni.
Ma dentro è spento, arido.

Ferito.

Oggi mi sveglio un po’ cosi’, blando.
Non ho molta voglia di vivere addosso e mi sento debole, ma capita, ogni tanto, prima del caffe’. Mi sento come un corpo fluttuante fuori dal proprio controllo.
Sono perso, ma sto bene cosi’.
Non mi voglio ritrovare.
Mi sento debole, inutile, un rametto che viene trasportato da un fiume, dopo tanti mesi ho cambiato vita, identita’.
Non sono piu’ quello che ero, non voglio essere nulla.
Solo una presenza.
Una foglia che vola.
Non avere la pretesa di esistere in modo marcato, e’ la sensazione piu’ bella che io abbia ai provato.